Un motore di ricerca è un sistema automatico che analizza i dati raccolti nelle varie pagine web che ha analizzato e, in seguito ad una determinata ricerca eseguita da un utente, restituisce una lista ordinata di risultati determinata con un segreto algoritmo.

Esistono numerosi motori di ricerca. Il più conosciuto, nonchè quello più utilizzato, è Google. A Google si appoggiono per i loro risultati altri semi-motori, ad esempio Libero e Virgilio, i quali sfruttano Google per restituire ai propri utenti i risultati della ricerca. Altri motori molto conosciuti ed utilizzati sono Bing, Yahoo, Ask, Live, Baidu, Excite, ecc.

I motori di ricerca suddividono il loro lavoro in tre principali fasi. La prima è quella di analisi delle pagine dei siti. Con una determinata cadenza, il motore di ricerca attraverso i crowler, visita i siti presenti nel web e ne estrapola le informazioni. La seconda fase consiste nell'ordinare tali informazioni e applicare gli algoritmi segreti che servono ad attribuire un certo punteggio alle varie pagine. L'ultima fase consiste nel restituire i risultati delle ricerche agli utenti. Questo viene fatto ricercando tra le informazioni raccolte i risultati che più sono coerenti con la ricerca effettuata.

I motori di ricerca solitamente, oltre ai risultati ottenuti dalla semplice interrogazione, restituiscono anche risultati "sponsorizzati", ovvero visualizzano in determinate area della pagina dei risultati anche link a siti che hanno pagato per comparire associati a determinate parole chiave. Ad esempio Google visualizza questi link sponsorizzati che i siti hanno acquistato con il programma AdWords. Oltre a questo, lo stesso Google, offre anche il servizio di sponsorizzazione rivolto ai siti che hanno determinati requisiti. Questo servizio è AdSense. Fondamentalmente, un sito posiziona nelle sue pagine tematiche uno script fornito da Google. Quando un utente visita la pagina in cui è presente il codice AdSense, Google visualizza annunci a tema con la pagina in cui il codice stesso è inserito.